PROGETTO SKATING IN THE DARK – CAPITOLO 19

Condividi:Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+


FRONTSIDE REVERT IN ANDATURA SUL NOSE CON UN SINGOLO DISABILE VISIVO

Il prerequisito fondamentale per l’apprendimento del frontside revert in andatura sul nose è il nose manual utilizzato negli alleggerimenti per salire e scendere da un piano rialzato orizzontale. Il frontside revert è quel trick che porta la tavola a roteare in direzione del bordo mediale di 180° lungo la direttrice di marcia utilizzando come perno le ruote anteriori e possiamo considerarlo come quel cambio di fronte utilizzato per disporsi in fakie o per variare lo stance senza diminuire la velocità d’avanzamento.

19.1  IL PIANO DI LEZIONE

Fase di riscaldamento specifico

Esercizio 1

Il disabile visivo disposto fianco sinistro in direzione di marcia a braccia estese in fuori, gambe leggermente divaricate alla larghezza delle spalle e piedi paralleli. L’istruttore posto fronte al disabile visivo con un braccio esteso verso quest’ultimo in modo da toccargli la mano del braccio sinistro. L’allievo, facendo piede perno sulla gamba anteriore, dovrà cambiare fronte per toccare con la mano dell’arto superiore destro quella dell’insegnante. Il cambio di fronte dovrà essere eseguito con un movimento iniziale di caricamento dove gli arti inferiori si semipiegano e quelli superiori ruotano in dentro (il braccio anteriore ruota in direzione del bordo mediale della tavola e quello posteriore in direzione del bordo laterale), e uno successivo di estensione dove braccia e busto ruotano in fuori (il braccio anteriore ruota in direzione del bordo laterale della tavola e quello posteriore in direzione del bordo mediale).

Esercizio 2

Ripetere l’esercizio precedente ponendo sotto la pianta del piede destro un foglio di cartone A4. Scopo della prova è quello di far percepire all’allievo l’alleggerimento della gamba posteriore durante la rotazione del busto, dovuto sia al decentramento del peso su quella anteriore che all’estensione del corpo verso l’alto.

Esercizio 3

Rieseguire gli esercizi 1 e 2  fianco destro alla direzione di marcia, aumentando di volta in volta la velocità del cambio di fronte.

Esercizio 4

Con istruttore e l’allievo disposti come nell’esercizio 1, effettuare il cambio di fronte in piede perno senza il cartoncino, mantenendone però la stessa fluidità di esecuzione.

Esercizio 5

Con l’allievo nel proprio stance in posizione base sopra una tavola propedeutica senza truck, far scivolare il piede anteriore sul nose ed eseguire fs. revert sul nose. L’istruttore posto fronte all’allievo batterà ritmicamente le mani in modo da dare un punto di riferimento al disabile visivo.

Esercizio 6
Ripetere l’esercizio precedente in switch, ovvero posizionato al contrario sulla tavola.

Esercizio 7

Con l’allievo nel proprio stance in posizione base sopra una tavola propedeutica a ruote bloccate – alla quale è stata allentata la ruota anteriore posta sul bordo mediale – disporre correttamente il piede anteriore ed eseguire fs. revert sul nose. L’istruttore posto fronte all’allievo pronuncerà ritmicamente un segnale convenuto in modo da dare un punto di riferimento al disabile visivo ( sono qua… sono qua…). Nel caso in cui il non vedente avesse difficoltà nel completare la rotazione di 180° l’istruttore, ponendosi verso il bordo mediale, potrà guidarne i movimenti sorreggendolo per gli avambracci.

Esercizio 8
Ripetere l’esercizio precedente in switch, ovvero posizionato al contrario sulla tavola.

Fase tecnica

Esercizio 1

L’allievo disposto nel proprio stance in posizione base sullo skateboard, con l’istruttore posto frontalmente che lo sorregge per gli avambracci. Trainati dall’istruttore: far scivolare il piede anteriore sul nose, decentrare il peso sulla gamba anteriore, semipiegare le gambe e successivamente estenderle. Nella fase di estensione, contemporaneamente al distacco delle ruote posteriori da terra, l’istruttore, spostandosi fronte al nose della tavola, fa sì che il busto dell’allievo ruoti correttamente così da effettuare il fs. revert. Contestualmente al cambio di fronte, l’istruttore si sposta riposizionandosi fronte all’allievo.

Esercizio 2

Con l’istruttore posto davanti al nose, spalle alla direzione di marcia, che si sposta in sincronia con l’allievo, spingersi e, una volta assunta la posizione base, spostare il piede anteriore sul nose. Mantenendo il naso in direzione di marcia decentrare il peso sulla gamba anteriore e, raccogliendo il corpo, ruotare il busto in dentro. Mentre l’allievo svolge questi movimenti l’istruttore, muovendosi di pari passo con lo skate, distende le braccia avanti battendo le mani, così da fornire un punto di riferimento. L’allievo, estendendo il corpo così da sollevare le ruote posteriori da terra e ruotando le braccia per andare a prendere quelle dell’insegnante, imprime al busto la corretta rotazione necessaria ad eseguire il fs. revert.

Esercizio 3

Eseguire lo stesso esercizio senza poggiare le mani sulle braccia dell’istruttore. L’istruttore stando abbastanza vicino al disabile visivo in caso di sbilanciamento può facilmente intervenire per sorreggerlo.

Esercizio 4

Con l’istruttore posto davanti al nose e spalle alla direzione di marcia che si sposta in sincronia con l’allievo ripetendo ritmicamente un segnale convenuto ( sono qua… sono qua…), eseguire frontside revert sul nose.

Esercizio 5

Con l’istruttore posizionato sullo skateboard davanti al disabile visivo, seguendo la guida vocale dell’insegnante, eseguire frontside revert sul nose.

A cura di:

Paolo Pica
Alessandro Gargiullo
Barbara Macali

Bibliografia

Paolo Pica, Skate. Metodologia tecnica e propedeutica degli elementi base dello skateboard Miraggi Edizioni, Torino 2011.

Paolo Pica – Alessandro Gargiullo, Street and Transition. Approccio alla didattica dello skateboard Full Time Edizioni Sportive, Roma 2017.