LA STRUTTURAZIONE DEL FS. 50-50 GRIND CON ESERCIZI SPECIFICI AL SUOLO

Condividi:Share on Facebook
Facebook

Per l’insegnamento del front side fifty – fifty grind sopra un piano rialzato orizzontale, partiamo da due concetti fondamentali: il concetto di prerequisito base, ovvero i tricks che compongono il bagaglio tecnico dei nostri allievi, che fanno da presupposto necessario alla costruzioni di un nuovo trick, e quello di progressione didattica che consente ai nostri allievi di adattare gradualmente le proprie conoscenze al nuovo trick, rielaborandole di volta in volta in relazione alle situazioni che gli proponiamo durante la lezione. Dunque i nostri allievi per poter apprendere il fs. 50-50 grind sopra un piano rialzato orizzontale dovranno saper fare: fs. ollie, ollie a scendere da un piano rialzato orizzontale e ollie a salire sopra un piano rialzato orizzontale. Vediamo ora una progressione didattica composta da esercizi specifici per la fase di riscaldamento e da esercizi con tavole propedeutiche a ruote bloccate e skateboard eseguiti al suolo, per la parte tecnica centrale della lezione, che partendo da situazioni facilmente controllabili dall’allievo, lo porta progressivamente a porre le basi per l’apprendimento del fs. 50-50 grind sopra un piano rialzato orizzontale:

ESERCIZI SPECIFICI DI RISCALDAMENTO AL SUOLO:

ESERCIZI SPECIFICI DI RISCALDAMENTO AL SUOLO1

Esercizio 1) correndo in galoppo laterale, al comando dell’istruttore, saltare effettuando un cambio di fronte in fase di volo, alternando per ogni comando il senso di rotazione;

fulltime skateboard

Esercizio 2) correndo in galoppo laterale salire spora un piano rialzato, continuando in galoppo laterale fino scendere dal lato opposto.

fulltime skateboard2

Esercizio 3) disegnare una linea a terra ponendo alla fine un cono. Disporre gli allievi distanziati fra loro fronte a questa, ruotati di 15°/20° rispetto alla linea disegnata a terra. Ogni allievo al comando dell’istruttore, saltando e andando a  indicare il cono con il braccio anteriore, cioè ruotando in fuori durante la fase di volo, dovrà atterrare sulla linea a gambe leggermente divaricate e piedi paralleli.

fulltime skateboard 3

Esercizio 4) disegnare una linea a terra davanti al manual pad, con un angolo di 15°/20° rispetto a questo e disporre sul bordo del manual pad un cono. L’allievo disposto sulla linea fronte al manual pad. Al comando dell’istruttore l’allievo saltando e andando a indicare il cono con il braccio anteriore, cioè ruotando in fuori durante la fase di volo, dovrà atterrare sul bordo del manual pad a gambe leggermente divaricate e piedi paralleli senza sbilanciarsi e successivamente scendere saltando indietro.

fulltime skateboard 4

Esercizio 5) come l’esercizio precedente, ma una volta atterrati e trovato l’equilibrio, camminare di lato fino alla fine del manual pad e scendere.

Esercizio 6) come l’esercizio numero 5, procedendo in galoppo laterale fronte al manual pad con lo stesso angolo d’inclinazione. Una volta atterrati sul manual pad, continuare in galoppo laterale fino a scendere dal lato opposto.

 

ESERCIZI AL SUOLO CON TAVOLA A RUOTE BLOCCATE E SKATEBOARD:

fulltime skateboard 5

Esercizio 1) l’allievo in posizione base sopra uno skateboard a ruote bloccate, disposto fronte ad una linea disegnata a terra con un anglo d’inclinazione di 15°/20°. Un cono posto alla fine della linea fa da punto di riferimento per lo svolgimento dell’esercizio. Eseguire ollie e ruotando in fuori in fase di volo, ovvero andando a guardare e indicare con li braccio anteriore il cono, atterrare sopra la linea disegnata a terra cercando di disporre le ruote dello skate a cavallo di questa.

Esercizio 2) ripetere l’esercizio precedente con il proprio skateboard.

fulltime skateboard7

Esercizio 3) disegnare due linee a terra, di cui una con un angolo d’inclinazione di 15°/20° rispetto all’altra, e disporre alla fine della linea retta un cono che fa da riferimento. L’allievo con lo skateboard all’inizio della linea inclinata, disposto fronte all’altra linea. Le due linee sono separate l’una dall’altra da uno spazio di circa 20/30 cm. Spingersi sullo skateboard percorrendo a bassa velocità la linea e una volta giunti in prossimità della fine effettuare ollie e, ruotando in fuori in fase di volo per andare a guardare e indicare con il braccio anteriore il cono, atterrare con lo skateboard a cavallo dell’altra linea percorrendola fino a giungere in prossimità del cono per poi frenare.

Esercizio 4) rimuovendo il cono, ripetere l’esercizio precedente aumentando progressivamente la velocità di avanzamento, l’anticipazione del punto di stacco e l’altezza dell’ollie, cercando sempre la massima precisione nell’atterraggio e nello scorrimento sulla linea.

Paolo Pica