PROGETTO SKATING IN THE DARK – CAPITOLO 28

IL PIANO DI LEZIONE DELLE CURVE FRONTSIDE CON IL SOLLEVAMENTO DEL NOSE CON UN GRUPPO DI DISABILI VISIVI

Fase di riscaldamento

Esercizio 1

L’allievo nel proprio stance in posizione base sopra una tavola propedeutica senza truck con l’istruttore posto frontalmente al nose a circa un metro di distanza che, pronunciando ritmicamente un comando prestabilito (sono qua… sono qua…), si sposta di 30° in direzione del bordo laterale della tavola. Una volta che l’insegnante si è fermato nella nuova posizione l’allievo, decentrando leggermente il peso sul tail e ruotando contemporaneamente testa e braccia in fuori in direzione del suono, dovrà: sollevare il nose da terra, disporlo in linea con l’istruttore e successivamente riappoggiarlo al suolo. Procedere con le stesse modalità verso la nuova posizione assunta dall’istruttore fino a compiere  un giro completo di 360°.

Esercizio 2

Ripetere l’esercizio precedente sopra una tavola propedeutica a ruote bloccate alla quale è stata sbloccata quella posteriore disposta verso il bordo laterale della tavola, così da consentirle di ruotare in perno sulle ruote senza un’eccessiva resistenza.

Fase tecnica

Esercizio 1

Prima sorretti per i fianchi da un istruttore posto alle spalle e successivamente con l’insegnante accanto che esegue l’assistenza solo in caso di errore, eseguire una serie successiva di curve frontside seguendo i comandi vocali (sono qua… sono qua…) di un secondo istruttore che si sposta costantemente verso il bordo laterale della tavola.

Esercizio 2

Sorretti per i fianchi da un istruttore posto dorsalmente, spingersi e una volta esaurita la velocità effettuare una serie di curve successive frontside con il sollevamento del nose fino allo stop dell’insegnante che viene dato quando l’allievo  ha ruotato di 180°.

Esercizio 3

Sorretti per i fianchi dall’istruttore posto dorsalmente, spingersi ed effettuare una serie di curve successive frontside con il sollevamento del nose seguendo le indicazioni verbali date da un secondo insegnante posto di fronte al nose che si sposta dando le spalle alla direzione di marcia. Nel caso l’allievo mostrasse una rigidità nei movimenti, gli si può affiancare un altro istruttore che si posizionerà verso il bordo mediale della tavola.

Esercizio 4

Con l’istruttore posto ad una certa distanza che pronuncia ritmicamente un segnale convenuto (vieni… vieni…), spingersi e girargli intorno con una serie successiva di curve frontside così da invertire la direzione di marcia prima di esaurire la velocità di spinta. L’istruttore durante la curva dell’allievo dovrà ruotare su se stesso così da mantenersi sempre dietro al disabile visivo pronunciando al contempo un secondo segnale convenuto (laterale… laterale…). Così facendo potrà dare ritmicità alla curva e intervenire in caso di sbilanciamento.

Esercizio 5

Ripetere l’esercizio precedente da soli girando in frontside intorno all’istruttore.

A cura di:

Paolo Pica
Alessandro Gargiullo
Barbara Macali

Bibliografia

Paolo Pica, Skate. Metodologia tecnica e propedeutica degli elementi base dello skateboard Miraggi Edizioni, Torino 2011.

Paolo Pica – Alessandro Gargiullo, Street and Transition. Approccio alla didattica dello skateboard Full Time Edizioni Sportive, Roma 2017.